Chiusura estiva: il ristorante sarà chiuso per ferie da lunedì 13 agosto a lunedì 20 agosto compreso. Riaprirà regolarmente mnartedì 21 agosto a cena.

About Us

Tutto ha origine da un desiderio: fare tesoro delle proprie radici - la pizza napoletana - per arrivare ad una personale espressione di pizza gourmet, senza mai dimenticare la tradizione.
Scegliamo di partire dalle nostre origini e di trasformarle, arrivando a creare una nuova solida base su cui costruire un nuovo concetto di gusto. La nostra pizza parte proprio dai capisaldi della cultura pizzaiola partenopea, come l’impasto a lenta lievitazione e l’uso del lievito madre, per poi unirsi a piatti di alta cucina: due universi culinari che si incontrano e si uniscono, in un rapporto di assoluta parità, per dare vita a un concetto di pizza elevato alla massima potenza, un vero e proprio viaggio gastronomico, privo di classificazioni. La stagionalità delle materie prime, la selezione attenta che avviene all’origine, l’estro creativo nelle preparazioni dello chef Leonardo Giannico, unito alla maestria nello studio ed elaborazione degli impasti del pizzaiolo Vincenzo Masi, sono tutti elementi che è possibile ritrovare in ogni spicchio: qui, infatti, la pizza si gusta a spicchi, per godere al meglio del giusto bilanciamento dei sapori, delle giuste quantità e condividere l’esperienza con gli altri commensali. Davide Iannaco, proprietario della storica Taverna di Via Anzani e de L’Altra Taverna, entrambe a Milano, ha accettato la sfida e ha dato vita a La Taverna Gourmet, un luogo in cui l’amore per la pizza e per le materie prime di qualità diventa arte. Anche la critica ha premiato il suo impegno: La Taverna Gourmet è stata inserita tra gli indirizzi da non perdere delle prestigiose guide Gambero Rosso 2017, 2018 Milano, Identità Golose e tre le Migliori Pizzerie d’Italia della Guida Ristoranti dell’Espresso 2018.

Location

Atmosfera anni ’50 e toni importanti, questi gli elementi che hanno ispirato l’interior designer Silvana Barbato nel disegnare gli interni. Il colore predominante è il petrolio, che dà carattere all’intero spazio, mentre i colori oro e marrone, insieme ai legni dei tavoli e del bancone, scaldano l’ambiente con una domesticità raffinata e confortevole.
In un locale dal design attentamente studiato e dall’atmosfera elegante ogni cliente trova lo spazio migliore per accoglierlo: dai tavoli intimi del soppalco, a quelli affacciati sul banco in cui pizzaiolo e chef mettono in scena il loro cooking show quotidiano, ai posti nel cuore della sala principale da cui non perdersi nulla di ciò che accade intorno, fino all’ampia sala conviviale ma in posizione discreta, per gruppi numerosi o incontri di lavoro. Pregiati dettagli si susseguono in ogni elemento architettonico e di arredo. Tra gli altri, spicca il grande forno a legna, vero cuore ardente del locale: sfoggia pregiate cementine toscane, interpretate in chiave moderna, mentre la cappa, una vera e propria scultura, è costruita artigianalmente in corten.

Design degli interni: Studio Silvana Barbato - Architettura & Design di Varese - www.silvanabarbato.it

Cucina

L’impasto prende spunto da quello che da 25 anni ha fatto la storia de La Taverna e L’Altra Taverna, evolvendosi grazie all’uso del lievito madre a coltura liquida, ad una costante ricerca delle migliori materie prime e alla voglia di sperimentare le diverse dinamiche di lievitazione e lavorazione di molteplici farine e cereali.
Il pizzaiolo Vincenzo Masi ha saputo sfidare tutte le leggi della lievitazione e preparare numerosi impasti in grado di abbinarsi magistralmente alle ricette dello Chef. Il grano utilizzato è al 100% italiano, la lavorazione è tutta sulle farine, caratterizzate dal loro intenso profumo, grazie all’abbandono totale della farina di tipo 0, una farina raffinata, priva dei profumi più intensi del chicco di grano, sostituita con quella di tipo 1. Da qui nascono i nostri straordinari impasti: l’ altamura, un vera sfida vinta nonostante lo scetticismo di tecnici, pizzaioli e panificatori di alto rango; il biologico, realizzato con farina di tipo 1 (una semi-integrale), farina integrale piena e semi di quinoa rossa; quello al malto, fermentato spontaneamente con una birra agrumata artigianale incorporata con la farina di farro, scorze di arancia di Sicilia biologica e miele in fiori; l’integrale alla liquirizia, un omaggio agli aromi della Calabria; il proteico , a base di farina di farro integrale, segale e avena con semi di canapa decorticati, che si offre come base perfetta per il topping vegano; l’impasto al grano saraceno, una farina senza glutine e quindi particolarmente difficile per un lievitato importante.
Gli ingredienti per le preparazioni abbinate provengono da fornitori selezionati: in menu troviamo la migliore mozzarella campana DOP, la saporita colatura di alici di Cetara, i profumati limoni di Amalfi, il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP e molti altri prodotti pregiati, che cambiano in base alla stagionalità e alle nuove idee in cucina.
Da non lasciarsi sfuggire, tra le pizze in menu, l’ormai celebre Gambero e guacamole, l’apprezzatissima Scampi, cacio e pepe; oppure le nuove creazioni, in continua evoluzione.

Press

IL GIORNO
Ottobre 2017
È l’elegante laboratorio milanese della «pizza gourmet», la sintesi tra un piatto popolare e le eccellenze alimentari, l’appetito che incontra la reputazione.
Leggi l'articolo.

•••••••••••••••••••••••••••

GRAZIA.IT
Giugno 2017
La pizza napoletana perfettamente lievitata accoglie creazioni che sono degne della cucina di un grande ristorante.
Leggi l'articolo.

•••••••••••••••••••••••••••

Identità Golose
Maggio 2017
…Vi siamo tornati recentemente, dopo parecchio tempo: e vi abbiamo riscontrato una netta, ulteriore crescita, che collocano questo locale sul podio milanese senza se né ma… …gli impasti. Lui [Vincenzo Masi] ci ha lavorato a lungo e con passione, con esiti eccellenti (è tra i pochissimi ad avere il coraggio, la costanza e la dedizione di proporne numerosi e diversi ogni sera: bravo!).


•••••••••••••••••••••••••••

Gazzagolosa
Maggio 2017
Adesso non ci sono più limiti: tartufo, caviale, aragosta sulla pizza? Perché no. Ovviamente se parliamo di pizze in versione lusso non può mancare il pesce. Alla Taverna Gourmet di Milano per esempio abbiamo assaggiato pizze pensate da Roberto Di Pinto, ex chef del Bulgari Milano, con il gambero crudo e con il branzino al sale.


•••••••••••••••••••••••••••

Il Giornale
Maggio 2017
Oppure chi, come la Taverna Gourmet, ha voluto elevare la pizza a ricetta di alta cucina…


•••••••••••••••••••••••••••

IL SOLE 24 ORE
Aprile 2017
La Taverna Gourmet ci ha convinto perché le nuove pizze in menu riescono ad aprire un ventaglio sensoriale di ampio raggio, in cui la nitidezza delle materie prime è perfettamente bilanciata al mix di ingredienti che potrebbero in prima battuta anche spaventare.
Leggi l'articolo.

•••••••••••••••••••••••••••

Cronachedigusto.it
Aprile 2017
…Insomma, un Gourmet simbolo di classe in tutti i sensi, come ci confermeranno poi le pizze, i condimenti, la proposta di vino (champagne anche) e birre nonché la novità dell’impasto, con lievitazione di 48 ore, per ottenere una base pizza straordinariamente leggera e che pure con condimenti diversi da quelli tipici di questo piatto popolare, non perde mai leggerezza e croccantezza. Il segreto è presto svelato. Intanto le materie prime, selezionatissime, poi la ricerca che c’è dietro le pizze…


•••••••••••••••••••••••••••

ITALIA A TAVOLA
Aprile 2017
Un locale d’atmosfera, di respiro internazionale. Se fossimo a Londra sarebbe un etnico di rango. Siamo a Milano e la linea di cucina è italianissima.
Leggi l'articolo.

•••••••••••••••••••••••••••

Panorama
Marzo 2017
“…anche La Taverna Gourmet, dove, partendo sempre dall'impasto classico partenopeo, realizziamo pizze innovative, per venire incontro alla clientela che non vuole rinunciare alle nuove tendenze”.


•••••••••••••••••••••••••••

VIVIMILANO
Marzo 2016
[La Taverna Gourmet] Propone pizze di alta gamma, ottimamente progettate ed eseguite.
Leggi l'articolo.

•••••••••••••••••••••••••••

WU Magazine
Febbraio 2017
La prima differenza sta nell’impasto, che vuole farine macinate a pietra, più o meno integrali, con mix interessanti che vedono coinvolti cereali diversi…Oppure come gli impasti al nero di seppia e al basilico della milanese La Taverna Gourmet.


•••••••••••••••••••••••••••

2NIGHT.IT
Gennaio 2017/em>
Sarà il nome, ma da La Taverna Gourmet il concetto di pizza gourmet l’hanno preso proprio sul serio. Qui con gli ingredienti non si scherza.
Leggi l'articolo.

•••••••••••••••••••••••••••

VdG Magazine
Ottobre 2016
La pizza d’eccellenza è protagonista a La Taverna Gourmet, elegante ed esclusivo tempio della pizza contemporanea, ideale per un’indimenticabile esperienza culinaria attraverso ricercati impasti e abbinamenti.


•••••••••••••••••••••••••••

Il Cucchiaio d’argento
Ottobre 2016
Più che una pizzeria, un ristorante gastronomico con importanti ambizioni che serve un menù a tema "pizza"

•••••••••••••••••••••••••••

Vero
Luglio 2016
Nel cuore di Milano…La Taverna Gourmet è il luogo ideale per un’esperienza di gusto sublime.


•••••••••••••••••••••••••••

Dolcesalato
Maggio 2016
Quando ‘ncoppa salgono le eccellenza, la pizza diventa gourmet. Dal Gambero rosso di Mazara del Vallo al Patanegra, ingredienti prestigiosi per Chef Pizzaioli che creano pizze diverse dal solito.


•••••••••••••••••••••••••••

I Viaggi del Gusto
Gennaio 2016
La pizza si fa gourmand a La Taverna Gourmet, nuova location dall’atmosfera anni ’50…Stagionalità delle materie prime, uso del lievito madre, impasto a lievitazione lenta ed estro creativo sono gli ingredienti che sublimano la tradizionale pizza partenopea in un prodotto ricercato e originale


•••••••••••••••••••••••••••

Dissapore
Dicembre 2015
…E’ calda, ci si sta bene, c’è un forno a legna che pare il cuore pulsante del locale, e i pizzaioli si muovono in bella mostra nella loro danza rituale, ben diversa da quella di un normale pizzaiolo… E in effetti non è una pizza, chiamatela un po’ come vi pare, ma sappiate che è buona davvero…Riflessioni del giorno dopo…Ho digerito tutto, ho di nuovo fame e quindi mi pare di poter dire che l’impasto (no, gli impasti) fossero lievitati in modo regolare. Ci voglio tornare, ma presto intendo, e vedere la faccia di qualche altro che, come me, si professa scettico sulle questioni di millantata gourmeteria, soprattutto se si ha a che fare con la pizza.


•••••••••••••••••••••••••••

Grande Cucina
Novembre 2015
Piatti d’autore, nati da chi ben sa mettere le mani in pasta, il pizzaiolo brindisino Vincenzo Masi, e da chi sa mettere a punto le prelibate finiture: lo chef pugliese Leonardo Giannico. Orgogliosi di lavorare in perfetta sinergia dietro il bancone a vista e vicino al forno a legna.


•••••••••••••••••••••••••••

Corriere della Sera /strong>
Novembre 2015
Pizze servite come fossero piatti di alta cucina…a spicchi, con una paletta argentata…Servizio da ristorante stellato e ottima scelta di bollicine completano il quadro.


•••••••••••••••••••••••••••

RTL 102.5
ottobre 2015
"W l'Italia in cucina: la pizza al branzino", intervista a Davide Iannaco.
Guarda il video.

•••••••••••••••••••••••••••

Grazia
settembre 2015
Pizza da chef. Davide lannaco inaugura un nuovo progetto che unisce il sapere della pizza alle raffinatezze dell'alta cucina e alla Taverna Gourmet affianca pizzaioli e chef. Usa pasta madre, farine speciali, dalla integrale a quella al nero di seppia o alla menta. E ancora, mozzarella Dop, prosciutto Pata Negra, salsiccia di Bra.

•••••••••••••••••••••••••••

Leggo
settembre 2015
Un nuovo ristorante dove i più esigenti palati gourmand possono deliziarsi di sapori unici in un’esperienza gastronomica a base di uno degli alimenti più amati, la pizza. Ma non una pizza comune, bensì un vero e proprio piatto ricco di sfumature e particolari, con ingredienti speciali anche negli impasti stessi, per un connubio strabiliante tutto da gustare.

•••••••••••••••••••••••••••

Puntarellarossa.it
settembre 2015
Impasto a lenta lievitazione e lievito madre sono la materia prima della tradizione pizzaiola partenopea che nel nuovo locale di Davide Iannaco incontrano gli ingredienti degni dell’alta ristorazione, dai gamberi al tonno rosso al tartufo nero.

•••••••••••••••••••••••••••

Italia a Tavola
settembre 2015
Un vero e proprio concept restaurant dove la pietanza napoletana è protagonista, ma la novità sta tutta nella proposta gourmet. Gli elementi cardine rimangono il lievito madre e l'impasto a lievitazione lenta ma il team creativo da vita a impasti con ingredienti speciali, come il basilico e il nero di seppia. Anche gli ingredienti, sono scelti con molta cura esigendo prodotti di altissima qualità come la mozzarella campana Dop, la colatura di alici di Cetara, la piuma iberica di Patanegra e altre eccellenze italiane e internazionali.

•••••••••••••••••••••••••••

Marie Claire Maison
settembre 2015
[…]La forma (rotonda) è quella di sempre, ma il piacere cresce a mano a mano che si scoprono trovate e sapori inediti. […] Così la base diventa un supporto, un piatto edibile, sopra il quale sfoggiare ricette con un pensiero articolato. Un piattopizza insomma, un pizzapretesto, servito in spicchi. Lì sopra sfila la gastronomia di livello. […] L’atmosfera è curata con rilassatezza, ideale per una convivialità che coniuga spirito gourmet e disinvoltura.

•••••••••••••••••••••••••••

Finedininglovers.it
settembre 2015
Milano può iniziare, finalmente, a competere con le altre firme della pizza gourmet? Se si seguirà l'esempio della Taverna Gourmet senza dubbio.

•••••••••••••••••••••••••••

Il trionfo del gusto
[…] il personale super cordiale, un ambiente raffinato ma giusto, moderno, mi sentivo a New York. […]
da Tripadvisor

•••••••••••••••••••••••••••

Non solo una pizza ma...una nuova esperienza
[…]Un posto che consiglio vivamente a chi vuole unire tradizione e innovazione. […]
da Tripadvisor

Contatti

Via Maffei 12 - Milano
ph. +39025468297
info@latavernagourmet.it

Lunedì chiuso

Dal martedì alla domenica
apertura alle 19:00
e chiusura della cucina alle 24:00